La storia

Proponiamo di seguito una breve carrellata delle principali leggi in materia di tossicodipendenza a livello nazionale e locale fino all’istituzione dei Dipartimenti delle Dipendenze Patologiche nella Regione Marche.

1975

Legge n° 685 del 22 dicembre
Promulgata in Italia la prima legge organica in materia di droga e dipendenze ad essa correlate. Per la prima volta la tossicodipendenza cessa di essere vista solo come un problema di ordine pubblico e diviene anche un problema sociale e sanitario: “le funzioni di prevenzione ed intervento contro l’uso non terapeutico delle sostanze stupefacenti o psicotrope, al fine di assicurare la diagnosi, la cura, la riabilitazione ed il reinserimento sociale delle persone interessate, sono esercitate dalle regioni” e “sono affidate ai normali presidi ospedalieri, ambulatoriali, medici e sociali localizzati nella regione, con esclusione degli ospedali psichiatrici”. Vengono istituiti, a livello provinciale, i CMAS (Centri Medici di Assistenza Sociale) le cui finalità sono:
a. fornire l’ausilio specialistico occorrente ai luoghi di cura, ai centri ospedalieri e sanitari locali ed ai singoli medici;
b. determinare le più idonee terapie di disintossicazione, operando i necessari interventi e controlli sull’attività dei presidi sanitari;
c. attuare ogni opportuna iniziativa idonea al recupero sociale degli assistiti, interessando in via prioritaria, quando è possibile, la famiglia.

In realtà tali Centri non sono veri e propri servizi, ma organismi di coordinamento tra i vari servizi sanitari già esistenti chiamati ad intervenire, ciascuno per il proprio ambito, sulle tossicodipendenze.

1978
Legge n° 833 del 23 dicembre
Istituzione delle USL. La legge stabilisce che sarà compito delle USL individuare i presidi socio-sanitari nel cui ambito operino servizi che possano provvedere alla somministrazione dei farmaci di sostituzione e all’accertamento del reale stato di tossicodipendenza.
La legge 833 crea inoltre le premesse del primo piano sanitario regionale, con il quale vengono istituiti, presso ogni USL, i CTST (Coordinamento per la tutela e la salute dei tossicodipendenti). Al pari dei CMAS, anche i CTST sono strutture di coordinamento, non ancora servizi veri e propri.

1990
Decreto del Presidente della Repubblica n° 309 del 9 ottobre – Testo unico in materia di disciplina degli stupefacenti e delle sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenze
Istituiti i Ser.T. (Servizio Tossicodipendenze), cui sono demandate le attività “pubbliche” di prevenzione, riabilitazione e reinserimento relative alle tossicodipendenze e alle patologie correlate. I Ser.T. operano in collaborazione con altri settori della sanità e con le organizzazioni del privato sociale. I Ser.T., a differenza dei CMAS e dei CTST, sono servizi autonomi, con una propria responsabilità gestionale ed organizzativa.

1999
Decreto Legislativo n° 230 del 22 giugno
Viene definita un’adeguata assistenza ai detenuti tossicodipendenti attraverso un ruolo attivo e centrale dei SerT all’interno delle carceri. Viene trasferita dalla sanità penitenziaria al Servizio sanitario nazionale, la piena responsabilità della tutela della salute dei tossicodipendenti detenuti alle Regioni e, conseguentemente alle Aziende USL e ai Ser.T.

Decreto Ministeriale n° 444 del 30 novembre
Regolamento concernente la determinazione dell’organico e delle caratteristiche organizzative e funzionali dei servizi per le tossicodipendenze da istituire presso le U.S.L.

2004
Decreto Giunta Regionale Regione Marche n° 747 del 29 giugno
“Adozione dell’atto di riordino del sistema regionale dei servizi per le dipendenze patologiche”, che ha istituito i Dipartimenti per le Dipendenze Patologiche.
Il DDP Z.T. 9-10 comprende i Servizi Territoriali per le Dipendenze Patologiche delle Zone Territoriali n° 9 e 10 di Macerata e Camerino, nonché il privato sociale accreditato che si occupa di dipendenze patologiche sul territorio.

2005
Decreto Giunta Regionale Regione Marche n° 173 del 7 febbraio
“Definizione dei criteri per l’istituzione, da parte dell’ASUR, dei Dipartimenti Dipendenze Patologiche”.

2006
Determina del Direttore Generale dell’ASUR Marche n° 28 del 20 gennaio
“Attuazione DGRM 747/04 concernente il riordino del sistema regionale dei servizi per le dipendenze patologiche: percorso di istituzione, avvio e regolamentazione dei Dipartimenti delle Dipendenze Patologiche”.

2013
Determina della Giunta Regionale n° 1534 dell’11 novembre
“Modifica e integrazione della DGR 747/04 – Riordino del sistema regionale delle dipendenze”