Progetti anno 2008

PROGETTI DIPARTIMENTALI ANNO 2008 (EX D.G.R. 1400/2006)

CONDIVIDENDO – PERCORSI DI PREVENZIONE

Azione:
Realizzazione di programmi di promozione del benessere e della salute rivolti ai giovani, di prevenzione del disagio giovanile, del consumo di sostanze psicoattive illegali (con particolare riferimento al doping sportivo ed alla cocaina) e legali (alcol, tabacco, psicofarmaci, smart drugs), di comportamenti d’abuso (gioco d’azzardo patologico), “così come previsto dalla DGR 747/04 paragrafo 7.a

Obiettivi Generali:
Gli obiettivi generali perseguiti sono l’incentivazione dei fattori di protezione e la riduzione dei fattori di rischio attraverso interventi di prevenzione universale e selettiva rivolta alle famiglie, agli educatori di diversi ambiti e formativi e ai giovani di età compresa tra i 10 e 19 anni.

Principali attività proposte:

– attività di prevenzione nelle classi V delle scuole elementari, nelle scuole medie e nelle scuole superiori del territorio dipartimentale attraverso interventi di formazione, informazione, supporto e consulenza diretta agli insegnanti ed ai genitori degli alunni svolti da operatori di associazioni facenti parte del Dipartimento delle Dipendenze e da professionisti dei Servizi Territoriali delle Dipendenze Patologiche.

– sostegno a giovani in difficoltà nel percorso scolastico, formativo e lavorativo o esposti al rischio di devianza o che si sono avviati al primo consumo di droghe attraverso la realizzazione nei centri di aggregazione giovanile di: 

  • attività di supporto didattico – educativo all’apprendimento;
  • inserimento individuale per interventi socio-educativi;
  • laboratori.

COSTRUIRE IL DIPARTIMENTO – Risorse e strategie per il riordino del sistema delle Dipendenze

Azione:
“Rientrano in quest’area le azioni per l’istituzione o il consolidamento delle articolazioni del DDP, secondo quanto previsto dalla DGR 747/04, con particolare riferimento :
a. alle aree di tabaccologia ed alcologia;
b. all’ufficio di Staff del Coordinatore di DDP”.

Obiettivi generali:

per l’Area Alcologica Integrata:

  • avvio di un sistema di Alta Integrazione tra Pubblico e Privato finalizzato all’attivazione di percorsi operativi congiunti rivolti all’utenza alcoldipendente affetta anche da doppia diagnosi;
  • integrazione e supporto delle tipologie di trattamento erogate dalle Comunità terapeutiche;
    – miglioramento della qualità della vita degli alcolisti trattati dai S.T.D.P.  e degli utenti giunti al termine dei programmi terapeutici comunitari
  • implementazione delle procedure operative condivise tra i S.T.D.P. e le strutture comunitarie nell’ottica dell’integrazione pubblico privato promossa dalla DGR 747/04.

per lo Staff di Direzione:

Obiettivo generale risulta il consolidamento, il riconoscimento ed il potenziamento delle attività svolte dagli operatori impegnati nello Staff diDirezione del DDP Z.T. 9-10.
Le attività di competenza dello Staff sono ascrivibili a tre macro-aree:
1- L’area tecnico-amministrativa e gestionale
2- L’area di segreteria e cura della comunicazione interna ed esterna al DDP
3- L’area della raccolta, elaborazione ed analisi dei dati, del supporto e alla valutazione, programmazione e sviluppo e del coordinamento del sistema informativo.

Principali attività proposte: 

Area alcologica integrata: gli obiettivi saranno perseguiti attraverso l’avviamento di una convenzione con la figura professionale di un Medico-Psichiatra in grado di supportare gli operatori sia del Servizio pubblico che delle strutture residenziali. Le competenze di tale professionista consentiranno contemporaneamente un’adeguata presa in carico di coloro che presentano comorbilità psichiatrica.

Staff di Direzione: le attività di competenza dello Staff di Direzione possono essere realizzate attraverso la collaborazione di una serie di professionisti (amministrativo, segretario, sociologi) che costituiscono la dotazione organica minima per assicurare l’efficace prosecuzione del riordino del sistema per i servizi delle dipendenze e l’adeguata gestione dei servizi informativi.

“Il Trattamento del soggetto cocainomane: interventi integrati di cura e riabilitazione”

Azione:
Potenziamento dei trattamenti dei consumatori problematici , farmacologici e psicosociali, sia ambulatoriali che residenziali, anche sperimentali,con particolare riferimento all’uso problematico di cocaina e droghe sintetiche.

Obiettivi Generali:
Rispondere in maniera specifica ai bisogni dell’utenza con dipendenza da cocaina attraverso:

  • avvio di una Sezione Specialistica di accoglienza e soggiorno riabilitativo presso una struttura residenziale
  • la strutturazione di un programma terapeutico specifico per il trattamento della dipendenza da cocaina
  • l’introduzione di una nuova figura professionale, il Tutor,  per l’accompagnamento del soggetto nel percorso di cura, soprattutto nella fase motivazionale iniziale e in quella di adattamento alla vita di comunità
  • la fattiva collaborazione tra l’équipe del S.T.D.P. e quella della Comunità nella predisposizione di percorsi integrati residenziali/ambulatoriali.

Principali attività proposte:

Si propone la strutturazione dettagliata dell’inserimento dell’utente alla Comunità. Il percorso riabilitativo prospettato deve seguire le seguenti fasi:

  • approfondimento diagnostico
  • sostegno alla motivazione
  • adattamento alla vita comunitaria
  • regolazione comportamentale ed emotiva
  • gestione del craving
  • prevenzione delle ricadute
  • fase di rilascio